Blog LLS 3D

News Corsi e Consigli

CENTO

0

Da una personale interpretazione delle figure geometriche di riferimento del Bauhaus – cerchio, triangolo e quadrato – la designer Valeria Eva Rossi progetta CENTO, ironico accessorio dal design minimalista, per personalizzare borse, zaini, cartelle, ecc.

CENTO è, inoltre, un tributo alla scuola del Bauhaus nel centenario della sua fondazione.

Il gadget CENTO è realizzato in PLA (Polimero dell’acido lattico) – dalle buone proprietà meccaniche e di biodegradabilità – con l’innovativa tecnica della stampa 3D, dalla nostra azienda LLS 3D, con sede in Torino.

Il nostro obiettivo è presentare CENTO all’interno di un contesto culturale rilevante come il vostro e al contempo accessibile al grande pubblico, per veicolare, con un oggetto apparentemente semplice, un importante messaggio di rilettura del passato, in chiave contemporanea e in modo sostenibile.

 

From the reinterpretation of the geometric figures, reference of the Bauhaus – circle, triangle and square – the designer Valeria Eva Rossi designs CENTO, an ironic gadget with a minimalist design, to customize bags, backpacks, folders, etc.

CENTO was born as a tribute to the Bauhaus school in the centenary of its foundation.

CENTO is made of PLA (Polymer of lactic acid) – with good mechanical and biodegradable properties- with the innovative 3D printing  technique by our company LLS 3D in Turin.

We would like to propose CENTO within a relevant cultural context like yours that is close and visible to people. Our goal is to bring, with an apparently simple object, the message that is possible reread the past in a modern way sustainably for the environment.

SOSTENIBILITÀ E INNOVAZIONE CON WASP E LA STAMPA 3D

0

Il mondo dell’architettura e dell’edilizia incontrano quello dell’innovazione tecnologica e della  sostenibilità con la stampa 3d. 

Tutto ciò grazie al programma Universitario OFT dello IAAC di Barcellona che, grazie alla collaborazione con WASP, ha aperto le porte a nuovi scenari costruttivi, che stanno cambiando il modo di costruire nell’edilizia. 

Obiettivo di questa fase di sperimentazione era elaborare concrete soluzioni progettuali per abitazioni sostenibili e a basso costo, anche perché la tecnologia 3D è sempre più considerata una strategia costruttiva praticabile, grazie allo sviluppo dei metodi di design in continua evoluzione.

Grazie alla tecnologia Crane Wasp è stato possibile prototipare una struttura portante in argilla e fibre di riso in scala 1:1 che rappresenta una porzione di muro dello spessore di 40 cm, con elementi lignei integrati, a supporto di una scala a sbalzo accuratamente studiata per ancorarsi alla parete.

Questa collaborazione ha portato ad un nuovo scenario dove, tramite i materiali naturali e la stampa 3d, si stanno aprendo nuove opportunità nel campo dell’architettura Bioclimatica.  

Il risultato, che è stato davvero interessante, ha potuto cosi definire vantaggi come:

  • Capacità di realizzare strutture portanti tramite la sola tecnologia di stampa 
  • Ottenere prestazioni Bioclimatiche ottimali e con il solo utilizzo di materiali naturali
  • Costruire abitazioni di qualsiasi forma e dimensione utilizzando terra e materiale di scarto proveniente dalla filiera agroalimentare, il tutto in maniera sostenibile, con un sistema che potrebbe contribuire ad affrontare la questione della crescente domanda mondiale di strutture abitative. 

IL VALORE DEL MODELLO FISICO IN ARCHITETTURA

0

La stampa 3d sta compiendo un lavoro fondamentale nel campo dell’architettura e del design, permettendo la realizzazione di forme e modelli mai visti prima, con un’elevata velocità e facilità.

Poter toccare con mano le proprie idee ha un valore importantissimo sia per il progettista, sia per chi beneficerà del suo lavoro e potrà verificarne senza alcun dubbio il valore.

I materiali prendono forma e con la stampa, ogni materiale può essere riprodotto, partendo dal legno fino al cemento donandogli qualsiasi forma, anche la più complessa.

La parte fondamentale per arrivare al risultato atteso è la collaborazione tra il progettista e chi deve realizzare il modello. Solo così qualsiasi obbiettivo può essere raggiunto.

Un esempio è CASA MRL | Frame dello studio Idaa Architetti. L’idea di mostrare fisicamente il proprio progetto al cliente, per poter spiegare la complessità della struttura esterna ancorata all’abitazione, ha entusiasmato la committenza e generato gli effetti sperati.

Grazie ad un confronto di qualche ora sulle peculiarità delle quali tener conto durante la realizzazione del 3d grafico, è stato subito possibile realizzare un modello perfettamente stampabile, integrando materiali (legno e ABS addizionato con polvere di marmo) e forme desiderate.

Un secondo caso interessante è quello della Torre realizzata per un concorso di idee dallo studio MVarchitects. In questo caso la sfida è stata trovare le soluzioni più interessanti e funzionali, per realizzare una forma concettuale che inizialmente sembrava quasi impossibile.

La sfida si è conclusa con successo e soddisfazione, dando un risultato definito dal cliente sorprendente.

Realizzare un modello fisico di un’idea architettonica aiuta il progettista a verificare la fattibilità di forme e soluzioni nel campo pratico, fattore molto importante nel settore edilizio.