Our Blog

0

Sono le 20 di un martedì sera, sto arrivando a casa quando squilla il cellulare. Sto pensando a cosa preparare per cena e quando dall’altro capo del telefono sento la voce di Anna (la tutor aziendale che ha seguito il mio progetto per il MIP) sto facendo mentalmente la lista delle cose che mi mancano per sfamare i miei piccoli cuccioli. Anna è sempre molto discreta, se mi chiama a quest’ora un motivo ci sarà! mi dice che ci potrebbe essere un’opportunità per guadagnare visibilità per la mia azienda aperta da poco, ovviamente sta a me accettare oppure no. Non capisco di che cosa parli ma rispondo sì senza nemmeno sapere a che cosa, un po’ perché mi piacciono le sfide e molto perché mi fido di lei. 

La città metropolitana di Torino ha deciso di lanciare il progetto MIP (mettersi in proprio – a questo link potrete vedere di che cosa si tratta) utilizzando la sponsorizzazione di 4 aziende che hanno aperto nell’ultimo periodo con il supporto di questo servizio. La mia è stata considerata un’idea innovativa ed interessante e quindi inserita in questa rosa.

Ribadisco il sì senza nascondere l’entusiasmo e quando parcheggio la macchina in garage, della cena nella mia mente ormai non c’è più traccia, per la gioia dei miei ragazzi che amano ordinarla sul web.

Inizia la preparazione: fotografie, intervista, presentazione del percorso seguito nell’incontro di lancio del MIP presso l’auditorium di Città Metropolitana, presentazione della mia azienda presso il Politecnico di Torino, fino al video girato da LineaItalia Piemonte, organo di comunicazione social della regione Piemonte.

Se siete curiosi potete vedere il video sulla nostra pagina Facebook (video lineaitaliapiemonte-lls3d) e se siete anche generosi potete lasciare un like e perché no un commento.

Che bello conciliare l’attività di “imprenditrice star” con quella di “imprenditrice operaia”!

Mentre scrivo questo post, sto cercando di ottimizzare una stampa che deve rispondere a requisiti estetici, oltre che di funzionalità e, nel contempo, sto sostituendo un cavo della 4070 che ha deciso di fermarsi proprio nel mezzo della stampa della mia nuova borsa. Se proprio devo essere sincera queste ultime attività sono quelle che preferisco. In fondo sono un ingegnere…